laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Gb, accordo Tories e nordirlandesi Dup

Share
Theresa May lascia Downing Street dopo l’accordo con gli unionisti ultraconservatori

L'intesa è accompagnata da un assegno di oltre un miliardo di sterline per l'Irlanda del Nord.

In occasione delle ultime consultazioni elettorali, i Conservatori del premier Theresa May hanno perso a sorpresa la maggioranza assoluta alla Camera, beffa arrivata dopo una consultazione elettorale che era in realtà nata dalla volontà, diametralmente opposta, di rafforzare il proprio mandato sulla Brexit. Questo tonfo elettorale (i conservatori hanno conquistato 317 seggi e la maggioranza è a 326) ha reso indispensabile l'appoggio esterno dei dieci deputati del DUP, il partito democratico nord-irlandese. "Saluto questo accordo che ci permetterà di lavorare assieme nell'interesse dell'intero Regno Unito, per darci la certezza di cui abbiamo bisogno mentre ci apprestiamo ad uscire dall'Unione Europea, e aiutarci a costruire una società più forte ed equa" ha scritto in un comunicato del primo ministro britannico Theresa May.

I conservatori possono così guardare con un po' più di ottimismo alle prossime scadenze parlamentari, a partire dal voto di mercoledì, quando Westminster sarà chiamato a votare il piano legislativo.

L'accordo prevede un ricco pacchetto economico all'Irlanda del Nord, con uno stanziamento complessivo di un miliardo di sterline in fondi extra in due anni, e 'nuove flessibilità' sui termini con cui i 500 milioni di sterline già stanziati potranno essere spesi.

Foster ha aggiunto che i soldi verranno usati per dare impulso all'economia in Irlanda del Nord, in particolare nei settori dell'educazione e della sanità. Furioso Jeremy Corbyn che nella fragilità del governo aveva visto una concreta possibilità di rivincita. Quest'alleanza con il piccolo partito ultra-conservatore, contrario al matrimonio omosessuale e all'aborto, preoccupa sia Regno Unito che Irlanda.

Accordo raggiunto tra conservatori e unionisti nordirlandesi per il sostegno al nuovo governo in Gran Bretagna.

Per cercare di rassicurare, l'intesa stipula che "il DUP non sarà assolutamente implicato nel ruolo svolto dal governo britannico nelle discussioni politiche in Irlanda del Nord".

Share