laprovinciadelsulcis.com

Italia

Palermo, Tedino e Lupo si presentano: "Siamo carichi e motivati"

Share
Palermo, Tedino e Lupo in città Baccaglini: «Credo in loro, anche se ci sono stati dei compromessi»

Questa è un'occasione professionale importante, ma io e il mister veniamo dopo il Palermo.

LUPO Presentato anche il nuovo direttore sportivo rosanero, Fabio Lupo: "Sono molto felice di essere qui a Palermo, chi arriverà qui sarà fortemente motivato". Quello che possiamo garantire è il massimo impegno, la massima professionalità e il massimo attaccamento. "Per quanto capisca le dicerie e le voci di corridoio usate per riempire gli spazi dai giornalisti, dico che tutto ciò è anche pericoloso". Oggi per entrambi presentazione alla stampa, successivamente si metteranno al lavoro per costruire il nuovo Palermo, il Palermo che dovrà far ricredere gli scettici. "Siamo carichi e motivati", assicura.Tedino fino ad ora ha allenato in Lega Pro: "Il calcio è difficile anche nelle categorie inferiori, forse lo è di più". Sono sempre stato un allenatore "aziendalista" che pensa al bene della società, non ho detto chi deve restare o meno, c'è stato uno scambio di vedute su diversi giocatori. "Ci sono pure tante società neopromosse, quest'anno Spal e Benevento con l'entusiasmo hanno trovato punti importanti, determinanti". "Ho visto, però, molto motivato e voglioso anche Baccaglini e, ripeto, ho visto un ottimo rapporto tra i due". Faremo delle cose importanti, ma innanzitutto è dovuto sapere che abbiamo una voglia, una motivazione e uno stimolo per incuriosire ancor di più la gente, Vogliamo far capire che c'è grande compattezza, questa città deve essere un modello nazionale e non solo. Quello di ieri fra Paul Baccaglini e la città di Palermo può essere considerato a tutti gli effetti un nuovo inizio dopo i due mesi di silenzio, seguiti alla grandissima presenza mediatica dell'ex Iena seguente all'annuncio della carica di presidente da parte di Maurizio Zamparini, che hanno portato più dubbi che altro intorno alla figura del trader italo-americano. Servono, inoltre, personalità e attributi, caratteristiche che bisogna avere nel proprio Dna. Ma non è che Diamanti da parte mia non goda di grande stima. Suonerà impopolare, ma preferisco fare questo discorso perché voglio basare il rapporto con i tifosi sull'apertura, nel bene e nel male. Ha già fatto la B, in C era un valore aggiunto. In questo momento, per tutti, la cosa più importante è fare il bene del Palermo. Siamo convinti di poterci tirare su le maniche, il primo passo toccherà a noi. L'amore c'è, bisogna adesso tramutarlo in energia positiva. Ecco perché andiamo molto d'accordo, mi avvicino sempre alle persone con cui ho cose in comune. "Si tratta di un giocatore che ci seguirà e ci fa piacere, ha quella fame e quella bava alla bocca che noi cerchiamo". Di sicuro, Baccaglini è rimasto colpito dalla voglia di Bruno Tedino, consapevole di giocarsi l'occasione della carriera: "Ho conosciuto l'allenatore e ho avuto la possibilità di discutere varie tematiche sportivo-tecniche, vedendo in lui una persona preparata". Non vogliamo metterlo in un angolo, ma vogliamo ringiovanire la squadra. "Io non credo che le cose succedano per caso, certe volte le storie si intrecciano".

Share