laprovinciadelsulcis.com

Italia

Il morto sul Mont Dolent era un soccorritore di grande esperienza

Share
Gian Attilio Beltrami delegato del Soccorso Alpino

Uno dei due alpinisti è stato recuperato ed è in corso il trasferimento all'ospedale di Aosta, mentre per l'altro proseguono le ricerche.

Gian Attilio Beltrami, presidente della XIX delegazione lariana del Soccorso alpino e speleologico lombardo, è morto in un tragico incidente di montagna avvenuto sul Mont Dolent, nel massiccio del Monte Bianco. Le indagini sull'accaduto sono affidate alla Guardia di finanza di Entreves, intervenuta sul posto insieme al Soccorso alpino valdostano. Secondo quanto riferito dal Cnsas Lombado, Beltrami era in cordata con un altro alpinista, un ragazzo di 23 anni residente in provincia di Milano, quando sono precipitati per alcune centinaia di metri. La salma è stato portato alla camera mortuaria di Courmayeur.

COMMOZIONE. Per trent'anni Beltrami ha ricoperto il ruolo di delegato della XIX Zona Lariana, una delle più vaste d'Italia per territorio, che include le province di Lecco, Como, Varese e Pavia. Dopo aver appreso la notizia della sua morte il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, ha diffuso una nota per esprimere il cordoglio suo personale e di tutta l'amministrazione: "È con sgomento che apprendo la notizia della tragica scomparsa di Gian Attilio Beltrami avvenuta questa mattina sul Monte Bianco". In questi anni ho avuto modo di collaborare con lui, ma persone come Gian Attilio non si ringraziano mai abbastanza per tutte le volte - e sono tantissime - che traggono in salvo escursionisti in difficoltà, salvando vite umane anche in condizioni al limite.

Share