laprovinciadelsulcis.com

Italia

Alpinisti precipitati sul Mont Dolent, vittima è Gian Attilio Beltrami

Share
Precipita cordata su Monte Bianco, muore capo Soccorso Alpino di Como

Un alpinista è morto e un è rimasto gravemente ferito in un incidente avvenuto sul Mont Dolent (3.820 metri), nel massiccio del Monte Bianco. Il ferito è invece un ragazzo di 23 anni della provincia di Milano: è stato trasportato con l'elicottero della protezione civile all'ospedale Parini di Aosta e sarebbe in gravi condizioni. Beltrami, per oltre venti anni responsabile del CNSAS in forza allaq XIX delegazione Lariana, che comprende le province di Como, Lecco, Varese e Pavia, era conosciuto anche in Ticino, avendo coordinato operazioni di soccorso transfrontaliero. Per trent'anni ha ricoperto il ruolo di delegato della XIX Zona Lariana che lo ha portato a confrontarsi anche con delegazioni del soccorso alpino e speleologo svizzero. Le indagini sull'accaduto sono state affidate alla Guardia di finanza di Entreves, intervenuta sul posto insieme al Soccorso alpino valdostano.

Il corpo di Beltrami, precipitato col compagno di cordata da un'altezza di 3.600 metri, è stato composto nella camera mortuaria di Courmayeur.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI LECCO - "E' con sgomento che apprendo la notizia della tragica scomparsa di Gian Attilio Beltrami avvenuta questa mattina sul Monte Bianco", ha affermato in una nota il sindaco di Lecco Virginio Brivio.

GIRO D'ITALIA. Gian Attilio Beltrami era una delle figure storiche del Soccorso lombardo: entrato nel Cnsas come tecnico di soccorso speleologico, ha poi proseguito acquisendo la qualifica di soccorritore alpino e di tecnico di elisoccorso; per diversi anni ha curato l'organizzazione della presenza del Cnsas al Giro d'Italia. L'incidente era stato provocato da una colata di neve.

Share