laprovinciadelsulcis.com

Italia

Adesca in tre anni oltre 100 giovani calciatori, arrestato

Share
Adescava baby-calciatori in chat arrestato dirigente in Piemonte

Fortunatamente nessuno degli adescamenti ha poi portato a un rapporto fisico tra il 24enne e i minorenni, stando ai racconti delle vittime, tutti identificate e ascoltate dagli inquirenti.

ADESCAVA MINORI SUI SOCIAL, ARRESTATO 24ENNE DIRIGENTE SPORTIVO: COME SI È RISALITI A LUI - Ha fatto scalpore la notizia del direttore sportivo di una società di calcio giovanile del cuneese arrestato con l'accusa di aver adescato dei minori sui social fingendosi una donna.

In alcuni casi il criminale proponeva un "mènage à trois" salvo poi tirarsi apparentemente indietro, il tutto allo scopo di proporre poi alle vittime di incontrare solo il fidanzato della finta ragazza, cioè egli stesso.

Su richiesta della Procura della Repubblica di Torino, il 24enne residente ad Alba è finito agli arresti domiciliari. Le forze dell'ordine hanno sequestrato un ingente quantitativo di materiale pedopornografico.

L'indagine della polizia postale è avvenuta grazie alla denuncia di un calciatore allora 14enne agli investigatori: era stato stato adescato da una "coetanea" che col ricatto lo aveva poi costretto a inviare altro materiale con la minaccia della diffusione delle foto appena inviate. Ricorreva a quattro profili femminili falsi attraverso i quali soddisfaceva le proprie perversioni sessuali. L'approccio andava in scena sui social: Facebook, Whatsapp, Kik, Telegram, e interessava sempre giovani calciatori, gli stessi raggazzini con cui aveva a che fare quotidianamente.

Share