laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Parigi: paura sugli Champs Elysées

Share
Londra, il contro-terrorismo che non fa bene a nessuno

Incidente sugli Champs-Elysees concluso, secondo quanto si apprende a Parigi da fonti giornalistiche sul posto. "Ancora una volta le forze di sicurezza in Francia sono state prese di mira", ha detto Collomb senza fare precisazioni sul decesso dell'aggressore.

Un'auto con a bordo bombole di gas si è lanciata contro un furgone della polizia, sugli Champs- Elysèes, prendendo fuoco. L'attacco è avvenuto all'altezza della fermata della metropolitana Franklin Roosevelt concludendosi davanti al commissariato dell'VIII arrondissement, vicino all'Eliseo, a poche ore dall'incontro tra il presidente Macron e il re di Giordania, Abdallah.

"Evitate il settore", ha twittato la prefettura di polizia di Parigi. Sull'attentatore - dicono le stesse fonti - è stata trovata un'arma. Un attacco che, secondo fonti degli Interni è già stato classificato come "terrorismo".

Brandet ha dichiarato che il conducente, che era armato, è "molto probabilmente morto", aggiungendo che è difficile affermarlo con sicurezza mentre l'area viene ispezionata in cerca di esplosivi.

L'uomo sarebbe "radicalizzato", almeno per quanto raccolto dal quotidiano francese "Le Parisien", ma questa ed altre informazioni dovranno essere attentamente vagliate e solo dopo confermate dalle forze dell'ordine. L'uomo che era alla guida è nato nel 1985 ad Argenteuil (Val-d'Oise) ed era schedato con la lettera "S", sigla riservata per i sospetti radicalizzati.

Share