laprovinciadelsulcis.com

Sport

Ore di Le Mans 2017: i risultati delle prove

Share
Le Mans, la Toyota, la Juve e la Champions

Anche per questo motivo siamo molto orgogliosi di condividere tutta la nostra esperienza tecnica, derivante dallo sviluppo delle nostre Supercars, con questi magnifici ragazzi, prima di tutto grandi appassionati di automobili. Ma il passo dell'altra Cavallina è tale che ad un'ora e 7 minuti dalla fine prende la testa della gara e non la lascia fino alla fine. "Finora in gara non abbiamo registrato particolari problemi, ma la corsa è ancora massacrante, speriamo di poter continuare così il nostro sogno". Nel box di Jackie Chan si sono scambiati pacche sulle spalle, come a dire "non fa nulla".

E se l'Audi, alla fine della scorsa stagione, non avesse scelto di ritirarsi dal WEC per le conseguenze del "dieselgate", oggi avremmo anche la presenza del motore a gasolio a variegare ulteriormente il panorama tecnico del WEC. Barthez correrà nella categoria LMP2 con 25 vetture pronte a sfidarsi in una competizione tutta da vivere. Senza contare che le vetture di LeMans, dovendo correre anche di notte, permettono di sviluppare sistemi di illuminazione eccezionalmente potenti, leggeri e poco esigenti in termini energetici e le stesse caratteristiche devono necessariamente caratterizzare anche i climatizzatori che devono permettere ai piloti di dare il loro meglio anche grazie a un ambiente confortevole senza penalizzare prestazioni e consumi.

A casa, al lavoro oppure in mobilità, non ci sono scuse per non perdersi gli emozionanti sorpassi o le incredibili accelerazioni, in ogni istante di gara con la diretta su Eurosport Player, il servizio Ott di Eurosport. Ma quando in due anni si collezionano due ritiri mentre si è in testa è anche sfortuna, dal momento che la 24 Ore ha mostrato nel 2016 e nel 2017 il suo lato più aspro alla Toyota, lasciando allibiti i nipponici ma anche ogni spettatore, ammutoliti da una simile crudeltà. Innanzitutto la voglia di vincere, di primeggiare e di assaporare l'adrenalina che si respira una volta in circuito... ma anche il profondo amore che prova per la sua famiglia, per la moglie e per i suoi due bambini. È dal 1990 che insegue inutilmente il successo in una corsa per lei maledetta.

L'unico costruttore ufficiale presente è, come lo scorso anno, la Alpine che monta il telaio Oreca, il più gettonato (12 vetture su 25) oltre che il dominatore assoluto nelle prime due gare della stagione. Invece sia il motore termkoc che quello elettricofunzionavano regolarmente, semplicemente Kobayashi senza frizione non riusciva a inserire una marcia superiore alla prima e a furia di insistere per completare il giro, la trasmissione ha ceduto del tutto.

Share