laprovinciadelsulcis.com

Salute

Giornata del Rifugiato. Falerna, il Cas presente un anno di attività

Share
Non ci sono mai stati così tanti sfollati nel mondo come oggi

Il 20 giugno anche Bergamo celebrerà la Giornata Mondiale del Rifugiato, istituita nel 2000 dalle Nazioni Unite per riflettere e ricordare la condizione di milioni di persone costrette a fuggire dai loro Paesi e dalle loro case a causa di guerre, persecuzioni, torture e violazioni di diritti umani.

L'iniziativa vuole essere un momento di festa - che tra l'altro cade nel decennale del lavoro di gestione dello SPRAR a Salerno da parte dell'ARCI - ma anche di riflessione e di sensibilizzazione rispetto alla questione immigrazione, troppo spesso strumentalizzata e ridotta ad una narrazione basata unicamente su luoghi comuni e slogan che incitano all'odio e alimentano razzismo e xenofobia.

La prevendita dei biglietti è già aperta sia a Palazzo Greco in corso Matteotti, dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13, che al botteghino del Teatro Greco, tutti i giorni dalle 10 alle 19. "Fare memoria di queste persone ci pone di fronte alla sfida di dare risposte umanitarie, di sostenere operazioni di salvataggio e di assicurare vie legali e sicure a chi fugge".

Uno spettacolo teatrale che vede protagonisti i migranti ospiti sul territorio per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato. Con un intermezzo musicale a cura della Piccola Orchestra di Torpignattara. La manifestazione è organizzata in collaborazione con l'Associazione Anelli Mancanti e Oxfam Firenze.

Arte #WithRefugees: un'installazione presso il Museo MAXXI, Roma (20-25/06) e una mostra fotografica presso la Galleria Alberto Sordi, Roma (11-25/06). Il primo appuntamento del programma patrocinato dal Comune di Marsala è in mattinata, alle ore 10 allo Stadio Municipale, con la 2^ "Giornata nazionale di cricket per i profughi e i rifugiati".

In Italia il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), attivo dal 2001, è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. Per questo motivo chiediamo alle persone di mostrare solidarietà ai rifugiati incontrandoli durante una giornata di "porte aperte" dei centri di accoglienza. Di questi, 17,2 milioni ricadono sotto il mandato dell'Unhcr, mentre i rimanenti sono rifugiati palestinesi sotto il mandato dell'organizzazione sorella Unrwa.

Global Trends 2016. Roma. Partecipano Unhcr, ministero degli Interni, ministero degli Esteri.

Domani, 20 giugno, sarà la volta di Formia.

Share