laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Calciomercato Milan: Donnarumma ci ripensa?

Share
Azzurri Donnarumma sbeffeggiato in campo

L'ad del Milan difende a spada tratta il lavoro del ds Massimiliano Mirabelli chiamato in causa da Raiola: "Lavoro con Mirabelli da anni e nessuno mi ha mai contestato un atteggiamento minaccioso da parte sua, lo ha fatto Raiola per la prima volta. Se qualcuno è andato oltre, non solo mi dissocio ma condanno fortemente atteggiamenti che vanno al di là del consentito e faremo tutto quello che serve per rassicurarlo e confortarlo".

Sulle polemiche dopo il mancato rinnovo: "Tutti hanno visto l'amore dei tifosi per Gigio". Quindi, proprio per questo motivo, il portiere Donnarumma è stato virtualmente considerato come un giocatore non più di proprietà della società rossonera, ma le cose potrebbero cambiare clamorosamente ancora una volta.

I grandi dubbi sul closing derivanti dalla difficoltà del presidente Li Yonghong nel racimolare i capitali necessari per acquisire il Milan nei tempi concordati, i rinvii, la necessità di richiedere un finanziamento al fondo statunitense Elliot sono oggettivamente passi inusuali per chi ha l'ambizioso obiettivo di riportare il Milan nel calcio che conta così come il rinvio al prossimo autunno dell'approvazione del "voluntary agreement" presentato da Marco Fassone all'Uefa per ridefinire i paletti del Financial Fair Play per il piano di rilancio del nuovo Milan non fanno altro che innescare il dubbio sulla solidità del progetto e sulla credibilità degli interlocutori cinesi.

"Il 3 luglio inizia la nuova stagione e non vorremmo avere in rosa giocatori in scadenza che potrebbero avere troppi pensieri in testa".

FASSONE A PREMIUM: SE NON RINNOVA, VIA A ZERO - "Raiola ha lasciato qualche piccolo spiraglio, saremmo felici se Donnarumma ci ripensasse".

"Immagino che la decisione finale sia stata un pò subita dal ragazzo e sia stata presa per motivi di business, sappiamo che Mino Raiola è attentissimo alla massimizzazione dei ricavi che possono arrivare da un trasferimento".

Su Conti: "Ho parlato di lui con Percassi fin da quando trattavamo Kessie". Un conto è una linea societaria e trasparente che abbiamo comunicato a tutti, anche ai media e ai tifosi, e che era quella di voler continuare con Gigio. Può essere, mi auguro che lui abbia risolto i problemi fisici, però in questo momento la lista di Mirabelli è molto ampia.

Share