laprovinciadelsulcis.com

Italia

"Blue Whale", 20enne milanese indagata per istigazione al suicidio di 12enne

Share
Blue Whale indagata 20enne milanese per contatti con ragazzina romana

Milano, 19 giu. - (Adnkronos) - C'è un primo indagato a Milano per 'Blue Whale', la pratica web composta da 50 prove che può spingere le giovani vittime fino al suicidio. A seguito delle indagini della polizia postale la ventenne è stata iscritta per istigazione al suicidio perché su Instagram avrebbe convinto una ragazzina di 12 anni, che vive tra Roma e il Nord Italia, a procurarsi alcuni tagli e ad inviarle le foto.

La Procura, poi, ha adottato una serie di filtri che la sta portando a scremare le tantissime segnalazioni finite sulle scrivanie dei pm per via della psicosi che si sta creando attorno al fenomeno 'Blue Whalè e che sta facendo lievitare le denunce da parte di famiglie e scuole. Il caso della 20enne milanese però, da quanto si è saputo, al momento è l'unico dove sia stata individuata l'indentità del curatore, la persona che diffonde in rete immagini e diktat del gioco nato in Russia e diffusosi rapidamente in tutto il mondo. Della vicenda si è occupata anche la trasmissione Chi l'ha visto?

Share