laprovinciadelsulcis.com

Salute

Arrestano rapinatore-estorsore, donne in rivolta: sputi e insulti alla polizia

Share

I poliziotti hanno tentato di bloccare le donne che, però, hanno cominciato a colpirli con tutto ciò che avevano a disposizione, compreso i tacchi a spillo dello loro scarpe.

Medicati all'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore, sono stati dimessi con prognosi comprese tra cinque e dieci giorni.

L'uomo è stato arrestato perché accusato di rapina aggravata, tentata estorsione, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamento di cose pubbliche.

Vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, per aver precedente collezionato una serie di rapine e "cavalli di ritorno", il pregiudicato afragolese era stato posto in stato di fermo per una recidiva ai danni di un ragazzo residente a Cardito: gli aveva sottratto lo scooter per poi chiamarlo e pattuire una somma in danaro, atta alla riconsegna del mezzo. All'appuntamento concordato per la consegna del cosiddetto "cavallo di ritorno", si sono presentati i poliziotti in borghese, che il malvivente ha riconosciuto dandosi subito alla fuga in direzione del Rione Speranza. I poliziotti sono stati letteralmente aggrediti con calci, spintoni e sputi ed è stata inscenata una vera e propria rivolta dalla quale è uscita altresì danneggiata l'autovettura di servizio. Il successivo intervento degli agenti del Commissariato Frattamaggiore e dei Carabinieri del posto ha consentito agli agenti del Commissariato Afragola di poter arrestare Mariano Tuppo e di portarlo in ufficio, dove tra l'altro, appena giunto, ha distrutto delle suppellettili.

Share