laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Francia, urne aperte per il secondo turno delle legislative

Share
Francia Toia

Nel secondo collegio dell'Aveyron è rimasta in gara solo la candidata di La République en Marche (Rem), la formazione del presidente Emmanuel Macron, mentre lo sfidante di Les Republicains, partito di destra, si è ritirato. Il partito centrista MoDem, alleato di Rem, presenta 62 candidati, metà uomini e metà donne, La République en Marche 228 donne e 226 uomini, per un totale di 454 candidati. Se ciò accadesse, i due partiti tradizionali, socialisti e repubblicani, diventerebbero forze marginali in Parlamento.

Lo scrutinio dovrebbe confermare, salvo sorprese, il trionfo del primo turno di Emmanuel Macron. Ieri sera, tuttavia, il primo ministro Edouard Philippe ha lanciato un appello ai francesi a non disertare le urne. Si terranno invece 572 duelli e solo un'elezione triangolare (cioè in cui sono tre i candidati che si contendono un seggio, perché hanno tutti ottenuto al primo turno almeno il 12,5% dei voti), nella circoscrizione dell'Aube. Con la prospettiva di questa super maggioranza di Macron a Palais Bourbon, politici e analisti hanno espresso perplessità quanto ad un sano funzionamento delle istituzioni democratiche a fronte dell'ipotesi di una opposizione particolarmente debole. Da segnalare che più di 200 deputati uscenti non si sono ripresentati per un secondo mandato. La sinistra radicale (France insoumise) ha ottenuto il 13,7% insieme agli alleati comunisti, davanti ai socialisti e ai loro alleati (9,5%).

I RISULTATI - I primi exit poll dovrebbero essere disponibili alle 20, cioè subito dopo la chiusura degli ultimi seggi nelle grandi città.

Share