laprovinciadelsulcis.com

Sport

Albertosi: 'Donnarumma non ha dimostrato nulla all'estero può fare panchina'

Share
20170616_184229_3F07D524

L'edizione odierna del 'Corriere dello Sport' riporta le dichiarazioni dei dirigenti del Milan Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone su Gianluigi Donnarumma, protagonista assoluto del calciomercato Milan in uscita e oggetto del desiderio di vari club sul calciomercato internazionale, dal Real Madrid al Paris Saint-Germain passando per la Juventus in Italia. Beh, se il Real vuole Donnarumma, siamo pronti a parlarne con Perez. Il primo a prendere le difese dell'estremo difensore di Castellammare di Stabia è stato il cognato Carmine Paoletti, che è esploso su Instagram: "Chi ti critica non ti conosce, Milan società di pagliacci #chefpaoletti #iostocondonnarumma". "Gigio è soprattutto un tifoso del Milan e chi lo insulta invece non lo è". Nelle scorse settimane sono arrivati gli acquisti di Musacchio, Kessié, Ricardo Rodriguez e Andrè Silva, in più ci sono tante altre trattative ben avviate. E poi: "Cosa succede ora con Donnarumma?". "Per il momento, nulla".

Sono passati appena venti giorni dall'addio strappalacrime di Francesco Totti, un altro evento che ha unito in maniera trasversale tutte le tifoserie italiane. Il portierone classe 1999 ha detto "no" alla proposta di rinnovo presentatagli dal #Milan. Raiola non si fida della cordata cinese, era stato chiaro già a marzo quando aveva dichiarato "Ci sono cinesi e cinesi". Ha provato in tutti i modi a trattenere Donnarumma. "Le parti hanno preso atto della situazione e ognuno è andato per la propria strada". "Umanamente, ci siamo rimasti male, anche perché, mi creda, non c'è stata trattativa e non è vero che durante l'incontro di giovedì ci sia stata tensione con Raiola o che abbiamo litigato con lui".

Share