laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Legge elettorale, Alfano spara a zero: incostituzionale

Share
Nuova legge elettorale nell'Aula della Camera Alfano su tutte le furie è incostituzionale. Renzi nessuna fretta di votare

Secondo Ap la legge elettorale approvata in commissione alla Camera è incostituzionale per la modalità scelta per individuare i collegi elettorali: "Sono stati disegnati", dice Alfano, "con gli abitanti e i cittadini di tre censimenti fa, ma il Paese non è più quello del 1991".

La legge elettorale frutto dell'accordo tra Forza Italia, M5S, Lega e PD presenta "palesi ragioni di incostituzionalità", assicura il leader di Alternativa Popolare Angelino Alfano. Per questo Alfano ha annunciato la presentazione di una pregiudiziale di incostituzionalità. Alternativa popolare presenterà una questione pregiudiziale di costituzionalità che verterà in particolare sul modo in cui sono stati ritagliati i collegi uninominali. A frapporre ostacoli verso l'approvazione della legge elettorale alla tedesca (un sistema sostanzialmente proporzionale con collegi uninominali e listini bloccati da presentare a livello circoscrizionale, sbarramento nazionale al 5 per cento, senza voto disgiunto e senza preferenze) sono i partiti minori, che temono di non superare l'asticella per entrare in Parlamento. Continua quindi la polemica in vista della Legge Elettorale. Se il PD boccia la nostra proposta, vuole andare al voto prima. Ap punta ad un "altra soluzione: "Facciamo come si è fatto per l'Italicum: diamo una delega da 120 o 90 giorni per riscrivere i collegi". Se il Pd, infatti, non accetta la nostra proposta, è la prova provata che vuole andare alle urne in autunno", conclude il leader di Ap. "Le elezioni anticipate non le porta la cicogna, ma il Pd", ha polemicamente ricordato Alfano.

Share