laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Draghi premier? Si può fare, parola di Berlusconi

Share
Voto Berlusconi non è l'unico a volere Draghi premier

"Dunque... Sarebbe un ottimo premier ma non credo sia interessato a lasciare il ruolo in Europa". Sulla possibilità di voto anticipato e delle preoccupazioni dei vertici nazionali sui possibili rischi, soprattutto sui mercati, dalle elezioni in autunno, così Berlusconi: "Non vedo perché".

"Certo, la democrazia non è un sistema perfetto, ma - come diceva Churchill - gli altri sono molto peggio", conclude l'ex Cav.

"Mario Draghi? Sarebbe un ottimo premier" ha affermato Berlusconi ricordando che è stato il suo governo "ad ottenere per Draghi la guida della Banca centrale europea". "Non credo, anche perché gli italiani nelle espressioni di voto hanno sempre dimostrato buon senso, prudenza ed equilibrio", ha aggiunto il leader forzista.

Il problema, semmai, è che tale scenario sembra ripresentarsi con insistenza ora che la struttura della nuova legge elettorale appare definita sul modello tedesco, sia pure con numerose correzioni. In Germania è in vigore dal 1949 e ha prodotto governi stabili e maggioranze chiare. "Solo due volte in settant'anni è stato necessario ricorrere alla Grande Coalizione". I sistemi elettorali non sono un dogma, si tratta di individuare caso per caso quelli più adatti alla situazione. Può darsi, ma può anche essere che i 5 stelle si tirino indietro alla prova dei fatti, restringendo il consenso necessario per approvare la riforma elettorale. "Un centrodestra basato sui principi cristiani e sulla cultura liberale, credibile per la serietà delle sue proposte e per la concretezza dei suoi programmi".

Per questo l'affossamento dell'accordo sul Germanellum oggi alla Camera non deve meravigliare troppo... Matteo Renzi. Soltanto Matteo Renzi, smanioso di tornare a Palazzo Chigi. "Noi ovviamente faremo tutto il possibile per evitarlo perchè vogliamo vincerle e portare a Palazzo Chigi un nostro candidato".

Share