laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Riciclaggio: sequestrato 1 milione di euro a Fini

Share
Riciclaggio, sequestrato 1 milione di euro a Gianfranco Fini

Sequestro preventivo di circa un milione di euro a carico dell'ex presidente della Camera Gianfranco Fini. La mattina del 14 febbraio 2017 i militari del reparto antimafia della Guardia di Finanza hanno eseguito un sequestro preventivo di tutte le proprietà riconducibili ai familiari di Gianfranco Fini. La Guardia di Finanza, su richiesta della Dda di Roma, ha sequestrato due polizze vita.

Secondo quanto ricostruiscono i finanzieri, inoltre, è emerso come "i membri della famiglia Tulliani dal 2008 abbiano ricevuto, per il tramite di società offshore riconducibili a Corallo, oltre sette milioni di euro, trasferiti su conti personali e su conti di società a loro direttamente o indirettamente riconducibili". Il sequestro è scattato in seguito ad un approfondimento investigativo dell'indagine che già aveva portato, il 13 dicembre 2016, all'arresto di Francesco Corallo e dei suoi presunti sodali Alessandro La Monica, Rudolf Theodoor, Anna Baetsen, Arturo Vespignani e Amedeo Laboccetta, accusati di essere promotori e partecipi di un'associazione a delinquere a carattere transnazionale dedita ai reati di peculato, riciclaggio e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte.

Secondo chi indaga, il profitto delle attività illecite sarebbe stato impiegato da Corallo in attività economiche e finanziarie, in acquisizioni immobiliari, e destinato anche ai membri della famiglia di Elisabetta Tulliani, moglie di Fini, suo fratello Giancarlo Tulliani, e il padre Sergio. Tra gli immobili acquistati figura, secondo la Guardia di Finanza, anche "l'appartamento ceduto da Alleanza Nazionale alle società offshore Printemps e Timara, riconducibili a Giancarlo e Elisabetta Tulliani".

Il 10 aprile scorso Fini è stato sentito dalla procura di Roma nell'ambito dell'inchiesta e si è detto estraneo ai fatti.

Il provvedimento dunque rientra nell'inchiesta bis che riguarda tra l'altro la vendita dell'immobile di Montecarlo e che ha coinvolto il 're delle slot' Francesco Corallo con Fini indagato per riciclaggio in concorso con la famiglia Tulliani.

Share