laprovinciadelsulcis.com

Sport

Diretta Benevento-Spezia, probabili formazioni e tempo reale ore 20.30

Share
L'illusione e il grande rammarico, Nenè: “Meritavamo il pari e quel rigore…”

Lo Spezia prova a fare qualcosa in più ma la prima frazione si chiude con doppio vantaggio dei campani. Doveroso minuto di silenzio per la scomparsa del designatore Farina, forse altrettanto doveroso dedicarlo alle vittime di Manchester, ma tant'è. Ceccaroni sostituisce Migliore a sinistra, Maggiore è il play, con al fianco Vignali, che, liberato da una carambola in area, spreca al 4' con un maldestro sinistro. In avanti, sarà un attacco molto complementare, formato da Granoche, il classico centravanti di peso e da Giannetti, classica seconda punta di movimento, abile ad attaccare la profondità e lo spazio. Di fronte un Benevento senza Ciciretti - in panchina - ma con un Ceravolo in gran spolvero. Il club campano affronterà al prossimo turno il Perugia di Christian Bucchi.

Primo giallo al 7': lo prende Chibsah che atterra Fabbrini. La loro spinta porta subito i frutti sperati, infatti al ventesimo arriva un calcio di rigore sembrato netto su una dormita difensiva ospite.

Sul dischetto Ceravolo, sette rigori su sette realizzati quest'anno.Chichi paraaaaa!

Benevento (4-2-3-1): Cragno; Gyamfi, Padella, Lucioni, Lopez; Viola, Chibsah; Ciciretti, Falco, Eramo; Ceravolo.

71° - Lo Spezia rianimato dal gol. Squadre in campo con il lutto al braccio e che osservano un minuto di raccoglimento in ricordo di Stefano Farina, ex arbitro e designatore della Can B, scomparso oggi a causa di un male incurabile.

Lo Spezia prova l'assedio ma la pressione frutta solo un paio di corner senza esito. Con il primo cambio Di Carlo si gioca la carta Mastinu al posto di Djokovic.

Il secondo tempo inizia senza modifiche, né alle formazioni né al gioco che resta di chiara marca sannita nonostante lo Spezia abbia il disperato bisogno di riequilibrare l'esito. A metà campo, invece, sono Viola e Chibsah ad avere responsabilità nella zona centrale. 2-1 risultato in tempo reale, gol di Ceravolo, Pucas e Nenè. Palla velenosa del brasiliano. Ora c'è il Perugia. In particolare Mastinu si fa notare con tre occasioni che però non portano alla rete.

SPEZIA (4-3-1-2): Chichizola; De Col, Ceccaroni, Valentini, Terzi; Vignali, Pulzetti, Sciaudone; Fabbrini; Giannetti, Granoche.

Terzo cambio nel Benevento al 41': fuori Ceravolo per Melara.

Al "S. Colomba-Ciro Vigorito" di Benevento, questa sera, si concluderà la prima fase dei 2 turni i preliminari playoff (ieri passa il Carpi, che batte il Cittadella 1-2).

Titolare di un ottimo ruolino interno, il Benevento subisce un gol ogni 90 minuti.

Share