laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Ariana Grande cancella tutte le tappe del tour: non può esibirsi

Share
Attacco Manchester le ultime notizie

L'attentato all'Arena, "un atto nauseante e scioccante di vigliaccheria", come l'ha definito il premier Theresa May, ha riportato la memoria alle cicatrici di questa città, che ricorrono spesso nelle chiacchiere, l'aereo del Manchester United schiantato alla fine degli anni 50 mentre decollava.

"Sono distrutta, dal profondo del mio cuore mi dispiace tanto, non ho parole".
"Inizialmente sembrava che fosse scoppiata una luce e l'allarmismo avesse poi comportato tutto il resto, ma in breve tempo sono arrivati tre elicotteri contemporaneamente e le forze dell'ordine sono scese in campo per isolare tutta l'area". La sua famiglia si era insediata in Gran Bretagna anni prima della sua nascita, dopo essere fuggiti dal Paese di provenienza, la Libia, allora governata dal dittatore Gheddafi. Gli aggiornamenti seguiranno per tutta la notte, anche se la sensazione che le esplosioni al concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena abbiano causato grossi danni sta diventando purtroppo una certezza. Secondo la Cnn, un uomo sarebbe stato identificato come il kamikaze responsabile della strage.

Il capo della polizia britannica ha inizialmente esortato la stampa a non "fare speculazioni sull'identità dell'attentatore e non fare circolare nomi". L'Isis ha rivendicato l'attacco tramite l'agenzia Amaq.

L'attentatore avrebbe agito in solitaria. Per ora non è stato comunicato nulla, quindi possiamo dire che le date non sono state cancellate.

Altre due persone fermate poche ore dopo: una a Whalley Range, nell'area metropolitana di Manchester e l'altra a Fallowfield, quartiere a circa 4 chilometri dal centro.

Ventidue vite, anche giovanissime, spezzate da una bomba "sporca", imbottita di chiodi e schegge metalliche. "La notizia della morte in questo attacco terribile è stata un tremendo choc per tutti noi e vorrei inviare le nostre più profonde condoglianze a tutta la famiglia e agli amici", ha dichiarato il direttore della scuola che la piccola frequentava, aggiungendo: "È straziante sapere che chiunque può andare a un concerto e non tornare più a casa".

Share