laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Russia, messi al bando i testimoni di Geova

Share
Testimoni di Geova, pronti a ricorrere a Strasburgo

L'attività dei Testimoni di Geova in Russia è stata vietata. La rappresentante del ministero della Giustizia, Svetlana Borisova, ha dichiarato che i Testimoni di Geova "pongono una minaccia ai diritti dei cittadini, all'ordine pubblico e alla pubblica sicurezza". ITestimoni di Geova sono registrati come gruppo religioso in Russia dal 1991. "Una legge inizialmente rivolta a combattere il terrorismo si è trasformata in poco tempo in uno strumento assai efficace per combattere - e se possibile annichilire - tutto quello che non è "ortodosso" nella Federazione Russa". La Corte suprema russa ha così accolto una richiesta del ministero della Giustizia, vitandone ogni attività e confiscandone tutti i beni.

Il gruppo conta 395 centri sul territorio russo. Ora "i singoli Testimoni di Geova potrebbero essere perseguiti penalmente per il loro impegno nelle loro normali attività religiose, tacciati come "estremisti" e quindi considerati (e trattati) come fossimo terroristi". Il gruppo statunitense ha generato controversie per le sue posizioni, tra cui il suo rifiuto di trasfusioni di sangue e l'opposizione al servizio militare, affrontando processi giudiziari in diversi Paesi.

Alla base della decisione ci sarebbe l'idea che l'organizzazione religiosa sia "estremista".

Share