laprovinciadelsulcis.com

Scienza

Google Chrome: in arrivo un ad-block contro gli annunci pubblicitari più invasivi

Share
20170420_144749_5904BB3E

Sulle ragioni della mossa di Google, che vede la maggior parte del suo fatturato arrivare dalla pubblicità, ci sarebbe l'interesse da parte della società a convincere gli utenti a non usare strumenti di altre realtà.

Stando al Wall Street Journal, Google potrebbe decidere di bloccare le singole pubblicità inaccettabili, oppure agire in modo più drastico, bloccando la visualizzazione di tutti gli spot sui siti che fanno uso anche delle inserzioni invadenti in modo da convincerli a rinunciarvi. Il gigante internet, precisa il quotidiano, non ha voluto commentare queste indiscrezioni.

Si tratta di annunci pop-up, video in autoplay e quelli che sono noti come annunci prestitial, che spesso vengono visualizzati a tutto schermo prima di poter accedere al sito web desiderato.

Vi starete chiedendo, lecitamente, come è possibile che Google, un'azienda che basa parte dei suoi ricavi tramite la pubblicità online, stia pensando di introdurre un ad-blocker all'interno del suo browser Chrome per desktop e mobile. Tuttavia, l'utilizzo di strumenti di blocco degli annunci online è cresciuto rapidamente negli ultimi anni, con il 26% degli utenti negli USA che ora utilizzano un Adblocker sui dispositivi desktop, secondo alcune stime citate dal WSJ.

La funzione di blocco degli annunci, che potrebbe essere attivata per impostazione predefinita all'interno di Chrome, sarebbe in grado di filtrare determinati tipi di annunci on-line capaci di offrire una brutta esperienza agli utenti che si muovono sul web.

Non sappiamo quando Google potrà eventualmente annunciare questa funzionalità di blocco degli annunci per Chrome, ma aggiorneremo l'articolo quando ne sapremo di piu'.

Share