laprovinciadelsulcis.com

Sport

Antognoni: "Bernardeschi resta, con lui si punta alla Champions. Pioli? Il curriculum …"

Share
Pioli: Inter, credi all'Europa League! La società è con me

Inter, senti Pioli - Verità amare, firmate Stefano Pioli. Se andrò avanti con questa squadra è perché reputo che abbia raggiunto certi risultati e che abbia un buon livello di prestazione. Ma è un allenatore bravo e moderno, non ha finito come ci si aspettava.

A Firenze è obbligatorio vincere per l'Europa League?

Stefano Pioli ha parlato quest'oggi ai media, si avvicina il match di sabato sera contro la Fiorentina al Franchi.

"Sono fiducioso e confido nei miei ragazzi per questo finale di stagione - assicura Pioli - vogliamo piazzarci in una posizione migliore". Con il Milan abbiamo concesso troppa l'iniziativa, anche se poi la differenza l'hanno fatta i calci piazzati. Poi le palle inattive. Non ho mai pensato troppo avanti o troppo al passato. Abbiamo sempre interpretato ogni settimana come la partita più importante da affrontare al massimo.

"Nelle ultime gare ci è mancata la capacità di restare dentro la partita con concentrazione per tutti i 95 minuti". Chi ha giocato ha dato il massimo. E' stata la nostra pecca, ma siamo stati in partita pur dovendo concretizzare di più alcune ripartente. Le avversarie dirette hanno un calendario migliore? Abbiamo 5 punti dalla quarta e avremo lo scontro diretto.

Miranda ha già dimostrato tutte le sue qualità nel Brasile e nell'Inter. Gabigol? Ho la fortuna di poter scegliere e c'è il rischio che qualcuno sia meno carico di altri.

Alterna grandi annate (vedi terzo posto conquistato con la Lazio due anni fa) a stagioni decisamente più complicate; come quando venne esonerato da Zamparini prima dell'inizio del campionato. Infine, il traballante Pioli conclude: "Ho sempre grande supporto dalla società". Dovrei fare delle sfuriate alla Mourinho? Voi non sapete cosa ho detto ai giocatori negli spogliatoi dopo Crotone, lì abbiamo sbagliato la partita e siamo responsabili del momento negativo. La Fiorentina è la squadra in cui ho giocato più a lungo, ricordi belli malgrado una retrocessione dolorosa. Sarà dura vincere lì, in casa hanno battuto Juve e Roma, oltre a pareggiare col Napoli. Se direi di sì ai viola?

Share