laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Ancora terrorismo a Parigi: spari sugli Champs Elysees, un attentatore in fuga

Share
Ancora terrorismo a Parigi: spari sugli Champs Elysees, un attentatore in fuga

Un poliziotto è rimasto ucciso e un altro gravemente ferito alla testa. La polizia ha evacuato l'arteria e su Twitter ha inviato ad allontanarsi dalla zona, sorvolata dagli elicotteri.

L'attacco è avvenuto davanti a uno negozio di "Marks & Spencer", grande magazzino britannico.

Le operazioni della polizia sarebbero però ancora in corso. E proprio per questo "è stata aperta un'inchiesta da parte della Procura anti terrorismo di Parigi". Lo riferisce la rete Bfmtv che poco prima aveva riferito che era conosciuto agli 007 del Dgse, i servizi segreti francesi e della polizia. L'obiettivo dell'attacco era la polizia, ha detto il portavoce del ministero dell'Interno. Secondo quanto annunciato dalla tv BFM un poliziotto e l'assalitore sono stati uccisi.

Le unità anti-terrorismo sono sul posto e stanno raccogliendo informazioni su quanto accaduto e conducono già l'indagine, una circostanza che può far pensare che un'altra delle notizie circolate, la rapina a mano armata, potrebbe essere stata scartata. Il ministero degli Interni ha informato la stampa circa la morte anche di uno degli assalitori ma che, al momento, non è possibile escludere complici. Alla vigilia delle elezioni francesi un nuovo attacco terroristico scuote la notte parigina. La sparatoria è avvenuta durante l'ultimo dibattito televisivo fra i candidati alle presidenziali di domenica.

Gli arresti a Marsiglia Questa sera si è saputo che i due uomini arrestati a Marsiglia martedì, Clèment Baur di 23 anni e Mahiedine Merabet di 29 anni, perché sospettati di preparare un attentato, si apprestavano a commettere più azioni terroristiche prima delle elezioni e non quindi un'unica azione kamikaze. Sono presenti anche le forze speciali della polizia e della gendarmeria, Bri e Bsi.

Share