laprovinciadelsulcis.com

Affari

Yahoo chiude in utile il primo trimestre 2017

Share
Oath: il nuovo nome di AOL e Yahoo a seguito dell'accordo con

Alla fine la cura Mayer ha dato i suoi frutti, anche se in ritardo. Da parte di AOL un portavoce non ha né confermato né smentito il nuovo nome, suggerendo di tenere gli occhi aperti in vita del lancio della nuova società, ma ha aggiunto: "Nell'estate del 2017, potete scommettere che lanceremo uno dei brand più dirompenti del digitale". Yahoo, giusto alla sua ultima trimestrale da azienda indipendente prima della chiusura della fusione con Verizon, ha fatto il colpo finale, mettendo a segno un fatturato in aumento del 22% a 1,33 miliardi di dollari e battendo le attese del mercato sugli utili.

"Siamo impegnati a finire al meglio" l'esperienza e "ci prepariamo alla migliore integrazione possibile con Verizon" ha spiegato l'amministratore delegato di Yahoo, Marissa Mayer. In particolare, i ricavi della società statunitense si sono attestati a 1,33 miliardi di dollari, con un utile netto di 99,4 milioni, pari a 10 centesimi di dollaro per azione. Yahoo porterà a termine la fusione con Verizon da 4,48 miliardi a giugno, con un ritardato causato dagli scandali di hacking che hanno colpito il gruppo.

L'EPS (utile per azione) escluse poste straordinarie si è attestato a 18 cent e supera largamente le attese di 14 cent ad azione. I conti sono arrivati a mercati chiusi e hanno fatto salire il titolo nel dopo mercato di poco meno dello 0,5%, mentre aveva chiuso la seduta di martedì a Wall Street in rialzo dello 0,08% a quota 47,60 dollari ad azione.

Share