laprovinciadelsulcis.com

Esteri

Testimoni di Geova al bando

Share
Corte suprema russa mette al bando Testimoni di Geova Sono estremisti

"Siamo pronti a ricorrere alla Corte europea dei diritti dell'uomo". Ne hanno sequestrato i beni a favore dello Stato.

Il gruppo è già da tempo nel mirino delle autorità del paese, che hanno inserito diverse pubblicazioni in una lista di letteratura estremista bandita. Un portavoce dei Testimoni di Geova russo, Iaroslav Sivoulski, ha detto di essere "choccato" dalla decisione dei giudici e ha aggiunto che sarà presentato un ricorso. Tra gli esempi di minaccia alla sicurezza, la rappresentate ha preso il divieto di trasfusione del sangue.

Secondo l'Ufficio informazione pubblica della filiale italiana dell'organizzazione, "la situazione in Russia chiama in causa non semplicemente una confessione religiosa, ma diritti umani fondamentali".

La Russia mette al bando i Testimoni di Geova perché considerati un'organizazione religiosa "estremista". Il caso si è sviluppato su iniziativa del ministero della giustizia che ha evidenziato alcune violazioni, come quelle della legge federale sulla resistenza alle attività estremiste. L'Osce, l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, ha spesso condannato la "campagna di persecuzione sponsorizzata dallo Stato" contro i Testimoni di Geova, avviata negli anni 90 e fatta di perquisizioni, attacchi vandalici, confische e raid, oltre a inchieste penali e arresti.

Share