laprovinciadelsulcis.com

Affari

Da oggi al via 730 precompilato 2017, scadenze e novità

Share
730 precompilato

L'utilizzo del precompilato non è obbligatorio: è sempre possibile non fruirne e presentare il 730 tradizionale tramite un intermediario, compilandolo da soli o con l'aiuto dell'intermediario stesso.

Con i molti dati già inseriti, il modulo informatico messo a punto dall'Agenzia delle Entrate diventa anche un memo "salva bonus" per i cittadini che hanno diritto a detrazioni e deduzioni, che troveranno i relativi campi già valorizzati e non dovranno fare altro che controllarli. Da quest'anno sono scattate alcune novità, ricorda l'Aduc: "Prima di tutto l'ampliamento dei dati presenti, che includono le spese sanitarie, le spese universitarie, quelle funebri e le quote di spesa relative agli interventi edilizi per i quali si può fruire delle detrazioni fiscali del 50% (ristrutturazione edilizia) o del 65% (interventi di riqualificazione energetica)". La precompilazione si basa sui dati presenti nell'anagrafe tributaria (dichiarazioni precedenti), aggiungendovi quelli relativi agli oneri detraibili e deducibili trasmessi da terzi (interessi passivi mutui, premi assicurativi, contributi, etc.) e i dati contenuti nelle certificazioni dei sostituti di imposta relativi ai redditi da lavoro o ai trattamenti pensionistici (cud, ora "certificazione unica").

Infine, è possibile prenotare un appuntamento in ufficio, anche tramite il sito dell'Agenzia.

Scadenze - A partire da oggi 18 aprile, dunque, i contribuenti potranno visualizzare il modello predisposto dal Fisco. Dal prossimo 2 maggio sarà possibile integrarla o modificarla ed inviarla entro il 24 luglio, nel caso del modello 730, o entro il 2 ottobre, nel caso del modello Redditi. Ormai per il terzo anno consecutivo infatti gli italiani hanno la possibilità di fare la dichiarazione dei redditi online in autonomia senza doversi rivolgere obbligatoriamente ad un intermediario.

Per richiedere le proprie credenziali di accesso, basta collegarsi al sito delle Entrate, nella sezione Fisconline, e seguire la procedura di registrazione: il sistema fornirà immediatamente le prime 4 cifre del codice Pin, mentre le altre sei cifre e la password per il primo accesso saranno spediti direttamente al domicilio conosciuto dall'Agenzia.

Ovviamente per accedere alla precompilata e' necessario essere in possesso delle credenziali a tutela della privacy: ma anche in questo caso la scelta e' ampia: si va dal Pin dell'Agenzia delle Entrate al codice dispositivo dell'Inps fino allo Spid, cioè il Pin unico nazionale previsto dalla pubblica amministrazione.

I documenti sono disponibili sia per chi presenta il modello 730 sia per chi presenta il modello Redditi, e il contribuente e i soggetti delegati possono visualizzare la dichiarazione e l'elenco delle informazioni disponibili, con l'indicazione dei dati inseriti e non inseriti e delle relative fonti informative. Sono circa 30 milioni i moduli pubblicati dalla Agenzia delle Entrate.

Share