laprovinciadelsulcis.com

Italia

In Italia bimba rapita da papà siriano

Share
In Italia bimba rapita da papà siriano

L'arrivo di Houda Emma è atteso per il tardo pomeriggio all'aeroporto di Malpensa, così come comunicato dalla Farnesina. Era il 2012, quando la piccola Houda Emma Kharat venne letteralmente strappata alla madre, una ragazza italiana, Alice Rossini e trascinata dal padre in Siria; l'uomo, un 40enne siriano aveva deciso di far parte dei militari della guerra santa contro gli occidentali ed ancora aveva deciso di fare della figlia, che all'epoca aveva due anni, una colomba di guerra. La bambina che sta per compiere 7 anni finalmente potrà rivedere la madre italiana, ovvero Alice Rossini, che da tantissimo tempo non vede la sua bambina.

Una storia a lieto fine quello della piccola Houda Emma rapita dal padre 5 anni fa e portata ad Aleppo. Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano. "Grazie, dunque, di cuore alle autorità turche e a tutte le strutture dello Stato Italiano, che hanno reso possibile questo abbraccio". In ottemperanza del mandato di cattura europeo che pendeva sulla sua testa Kharat è stato infine estradato in Italia, e da metà febbraio è ospite del carcere di Regina Coeli. Aurelia Passaseo, presidente del Ciatdm, Coordinamento internazionale per la tutela dei diritti dei minori ha espresso "piena soddisfazione per la felice conclusione di una vicenda durata anche troppo". Oggi, dopo tanti appelli, il ricongiungimento.

Houda Emma torna a casa. "Personalmente non posso non ringraziare tutte le persone che hanno condiviso la causa e ci hanno aiutato in un modo o nell'altro nei nostri sforzi tesi a restituire la bimba a mamma Alice".

Share