laprovinciadelsulcis.com

Sport

Milan, Berlusconi accetta la carica di presidente onorario

Share
GIACOMO BONAVENTURA MATTIA DE SCIGLIO LUCA ANTONELLI SUSO

- Venerdì è in programma il Consiglio di Amministrazione del Milan che si svolgerà regolarmente nonostante la mancata chiusura dell'affare con i cinesi.

Lo dicono due fonti vicine alla situazione, dopo la riunione tenutasi ieri tra gli advisor delle parti. "AC Milan informa che, in considerazione di quanto comunicato alla società dall'azionista di maggioranza Fininvest S.p.A. - si legge nella nota della società - l'assemblea dei soci avrà luogo in seconda convocazione il 3 marzo 2017 alle ore 09.30 presso Casa Milan". - In queste ore di fermento sono molti quelli che vorrebbero avere rassicurazioni circa il futuro del Milan. Gli altri soggetti fin qui accostati al consorzio si sarebbe infatti sfilati dal ruolo di soci-investitori riservandosi la possibilità di finanziare il progetto. Problemi relativi alla rateizzazione della terza tranche da 320 milioni dal momento che altri soci e papabili investitori si sarebbero defilati dalla cordata Sino Europe Sports.

Senza parlare poi dell'accordo (tutto ancora da firmare) con Goldman Sachs per la ristrutturazione del debito da 220 milioni di euro (a fronte di garanzie "reali" dei nuovi investitori asiatici). L'acquisto della squadra da parte dei cinesi sembra destinato a slittare ancora un altro mese.

Riuscirà la nuova proprietà a mantenere il Milan? . Niente fine dell'era Berlusconi, niente pagamento dei 420 milioni, 320 come saldo dopo i 200 versati nel 2016 e 100 per le spese di gestione della stagione 2016 17, quantificate in 70 milioni.

Con questo comunicato il Milan ha ufficializzato la data del tanto agognato closing. O meglio non ne ha il suo procuratore, il potentissimo Mino Raiola, che non ha intenzione di attendere. Denaro che, in caso di mancato closing entro 30-35 giorni, non verrebbe restituito e resterebbe alla famiglia Berlusconi.

Share