laprovinciadelsulcis.com

Sport

Closing Milan, la cessione del club rossonero ai cinesi slitta ancora

Share

In casa Milan si attende la fine delle trattative tra l'attuale società e la cordata cinese che ben presto prenderà il controllo della società rossonera.

Lo dicono due fonti vicine alla situazione, dopo la riunione tenutasi ieri tra gli advisor delle parti.

Il closing del Milan e' confermato il 3 marzo. Se così sarà, Fininvest è disposta a concedere un ulteriore slittamento di altri 30 giorni: la deadline sarebbe dunque fissata per il prossimo 31 marzo - anche se non va esclusa nemmeno la data del 7 aprile.

Che futuro per il Milan con SES? Sembra sia successo qualcosa di destabilizzante nella notte: secondo quanto riportano voci vicine a Sino-Europe Sports, i problemi economici ci sono, ma non così gravi da mettere a rischio il buon esito delle operazione. I tifosi continuano ad interrogarsi sul perché di questi continui slittamenti. Ecco perché a tal proposito non è esclusa una video conferenza con Yonghong Li, anche se ad oggi non esiste alcuna certezza neanche in merito a questo. Raccogliamo intanto le indiscrezioni d'agenzia sui motivi della proroga di cessione del Milan al consorzio cinese Sino-Europe Sports.

Riuscirà la nuova proprietà a mantenere il Milan? . Problemi sul commitment, mancherebbero infatti all'appello poco meno di 100 milioni rispetto ai 320 milioni attesi da Fininvest (più altri 70 milioni di spese di interregno).

Il closing del Milan diventa un mistero. Le restrizioni imposte dal governo cinese in materia di fuoriuscita dei capitali non agevolano la trasparenza e anzi non è escluso che, per lo stesso motivo, i soggetti interessati possano continuare a non palesarsi anche a closing avvenuto. Giornalisti invitati direttamente da SES che infuriati hanno postato sui social cinesi i biglietti aerei già prenotati per Milano chiedendo un rimborso che ovviamente non sarà possibile ottenere.

Share