laprovinciadelsulcis.com

Sport

Pagelle e commento di Genoa-Milan 3-0

Share
Pagelle e commento di Genoa-Milan 3-0

Il tecnico del Milan Vincenzo Montella ha commentato così la sconfitta subita in casa del Genoa (3-0) nella gara valida per la decima giornata di Serie A.

Locatelli, dopo aver risolto la partita con il Sassuolo e deciso con un altro splendido goal il big match contro la Juventus bucando Buffon, guiderà il centrocampo con Bonaventura e Kucka intermedi mentre Honda potrebbe esordire dal primo minuto per far respirare Suso.

GENOA (3-5-2): Perin 6; Izzo 6,5, Burdisso 6,5, Munoz 6,5; Edenilson 6,5 (78′ Fiamozzi 6), Rincon 7, Veloso 6, Rigoni 6,5, Laxalt 6; Ninkovic 7 (54′ Lazovic 6,5), Simeone 6 (67′ Pavoletti 7).

Il Milan prova a reagire, al 25′ si fa vedere in avanti Bonaventura che fa partire la conclusione dal limite, palla che però è facile preda di Perin. Ivan Juric allenatore del Genoa piace anche all'estero. A disposizione: Gabriel, Plizzari, Zapata, Ely, Gomez, Pasalic, Kucka, Suso, Sosa, Lapadula, L Adriano. Genoa 3, Milan 0, risultato più che giusto.

La trasferta di Genoa doveva rappresentare un test di maturità per il Milan di Montella: dopo la prestigiosa vittoria contro la Juventus infatti, vincere anche a Genova - andando almeno per una notte al comando della classifica - avrebbe rappresentato un'ulteriore iniezione di fiducia per la squadra rossonera. Niente da fare, il 3-0 con cui l'agguerrito Genoa di Juric ha travolto i rossoneri ha nuovamente evidenziato i limiti della compagine milanista, i cui interpreti si esaltano nei momenti positivi e non sono in grado di gestire pressioni ed aspettative nelle difficoltà. Era difficile, come prevedibile. Sull'1-0 in 10 abbiamo avuto una grande occasione con Bacca e Poli, peccato, la squadra era in partita e forse meritava il pari. "Ogni partita è diversa dalle altre, la squadra ha fatto una gara di carattere, anche se con degli alti e bassi". La prima frazione di gioco vede i signori di Marassi in vantaggio rispetto agli 11 di Montella che se vogliono spodestare i bianconeri devono assolutamente rimontare nei prossimi 45′ minuti.

Share